The Best number five/eleven

Copertina-TheBest_#5-11_min

La rivista da sfogliare    La rivista in Pdf da scaricare

Editoriale

  Voto contro il XXI secolo!

 by Solindue

“Votare contro anni della mia vita?
In nessun caso, nonostante il brutto che c’è stato e non dimenticando il meglio che invece mi hanno regalato.
Sorry, ma stavolta non saprei cosa scrivere, se non fingendo.
A cosa serve la rabbia se non la si canalizza in qualcosa di proficuo?
Certo, ci si sfoga e fa bene alla salute ma poi occorre un passo per uscire dalla nuvola nera. Continua a leggere

L’amico

by arthur

  • Primo piano cancello che si apre e la macchina che entra –
  • Figura intera, Gianni appena sceso dalla macchina. Zummata lenta figura di tre quarti, Gianni si avvia alla fontanella, prende la canna per innaffiare, si guarda intorno –
  • Arriva Terri scodinzolando –
  • Gianni lo accarezza e in silenzio si avvia verso il prato –
  • Primo piano Anto nello specchio del bagno, si rassetta i capelli, posa il pettine si gira verso la porta e l’apre.
  • Si avvia verso la scala e canticchia.
  • Milla sale le scale e le va incontro –
  • Anto si china leggermente – primo piano Milla che le fa le feste –
  • Carrellata con primo piano laterale Terri che cammina  –
  • Carrellata con primo piano laterale Milla che cammina –
  • Carrellata con primo piano laterale gambe di Gianni che cammina insieme al Terri
  • Carrellata con primo piano laterale gambe di Anto che cammina insieme alla Milla

Continua a leggere

Civiltà

by Patrizia

A me fa incavolare tantissimo il solo pensare che siamo in un’era definita di grande civiltà e progresso, ma nonostante tutta la ricerca per ciò che riguarda la scienza non si è ancora arrivati alla consapevolezza che la prima cosa da fare è avere rispetto dell’ambiente che ci circonda. Cosa ce ne facciamo dei neutrini che vanno più veloci della luce se poi non sappiamo ancora fare la raccolta differenziata oppure non ce ne danno la possibilità? Continua a leggere

Braccialetto della fortuna (nodi cinesi)

by Pensierieperline

Sotto consiglio della nostra carissima Solindue che mi chiedeva una parure da indossare nelle manifestazioni, ho azionato i neuroni creativi per pensare a qualcosa di adeguato…
Dunque dunque alle manifestazioni non si può di certo sfoggiare l’ostentazione del lusso.. ci vuole qualcosa di semplice, alle manifestazioni prendono parte non solo le donne ma anche gli uomini… Oh mamma qui ci vuole qualcosa di unisex! E pensa che ripensa ho avuto l’illuminazione…
un braccialetto era quello che ci voleva per accontentare i due sessi e ovviamente doveva essere il più semplice che ci sia senza perline sbrilluccicanti… così mi sono cimentata in qualcosa che stava nella mia lista delle cose da fare da ormai troppo tempo… Continua a leggere

Aracne si confessa

by Aracne

Che bello, mi sono detta quando ho avuto la ‘chiamata’ di Sol, chi c’è più arrabbiata di me?
Però più ci pensavo e meno arrabbiata mi pareva di essere, ovvero che semplicemente non valesse la pena parlarne.
Cerco di vivere serenamente, nel senso che o risolvo i problemi che mi assillano, o cerco di accettarli oppure allontano da me quello che mi rende infelice. Non posso vivere nella rabbia perenne, nell’odio, nel risentimento o nel rimpianto. Continua a leggere

L’insostenibile leggerezza del web 2.0

by Jaulleixe

Le origini di Internet sono riconducibili a più forme di insostenibilità: ambientale, morale, sociale… Le esigenze per cui infatti nacque ARPANET  nel 1969 erano eminentemente militari.

Solo a inizio anni ‘80 una progressiva socializzazione dei contenuti on line determinarono l’abbandono graduale dell’originario imprinting  da guerra fredda (per maggiori dettagli vi consigliamo il libro Reti di calcolatori di Tanenbaum). Continua a leggere

Neanche un caffè.

by Riccardo Uccheddu

Lo studio del rettore era arredato in stile quasi spartano: alle pareti tradizionali nature morte, sul tavolo un pc penultimo modello ed un piccolo busto di Cicerone. Nessuna pianta ed una sola sedia… la sua.

Del resto, al prof Forbiti era sempre piaciuto definirsi “francescano” e Mario ricordava che quando (da ragazzi) frequentavano lo stesso gruppo di volontariato che raccoglieva fondi, medicinali e materiale didattico per il Terzo mondo, lui diceva: “Quando diamo, dobbiamo essere umili. Dobbiamo privarci del superfluo, che può condurci all’Inferno.” Continua a leggere

Il mio XXI secolo

by Valentina

Può sembrare strano, ma non ho particolari lamentele nei confronti del millennio in cui siamo entrati da una decina d’anni; forse perchè credo che anche gli eventi più brutti mi siano potuti servire d’esperienza, o forse perchè non sono abituata a piangere sul latte versato: quello che è successo è successo, stop, si va avanti a testa alta. Continua a leggere

2001…

by Carlotta P.

E supera anche gli anni che hai compiuti
perchè indietro nun se po’ tornà
che i figli tuoi sono delusi e che in un modo li devi consolà..
che quel che mangiamo ha un sapore strano
e che perfino un broccolo sa di melograno
che in questo secolo per conto o per ragione,
non esiste più la mezza stagione
ma quello che più mi fa dimissionario,
e che da quest’anno siam tutti più pezzenti ,

e in questo caso sarò lapidario,
se fai il giro del mondo per du volte
con l’euro nun vedi più un miliardario!

Carlotta P.

Lettera aperta dei Direttori

Sono oramai due anni che scrivo su WordPress con il nome di Solindue. Due anni in cui la mia vita per mille motivi è cambiata. Si cresce, ci si evolve e ciò che riempiva l’anima e bastava una volta, poi, in un attimo, sembra non bastare più. Continua a leggere

The Best number three/eleven

Copertina_TheBest_#3-11_min

 

La rivista da sfogliare    La rivista in Pdf da scaricare

Editoriale

“Dalla finestra della stanza da dove vi sto scrivendo sta entrando un bellissimo sole. Ho  aperto i vetri e sento il suo calore fin qui. Per di più, sul muro del mio palazzo (mio…si fa per dire) si arrampica una pianta di gelsomino enorme, che arriva fin sotto le finestre della mia stanza. Con i vetri aperti il suo profumo è davvero coinvolgente.  Difficile non sorridere e pensare a quanto sono fortunata di stare in questo momento in un posto simile. Decido allora di accedere a youtube, fermare un attimo il mio lavoro, e godermi oltre ai colori di questa primavera e ai suoi profumi anche una delle mie musiche preferite.

Cinque minuti di perfezione intorno, cinque minuti dedicati alla mia anima.” Continua a leggere

Quando l’Arte è perfezione suona nell’anima

by Morena Fanti

 

Un bel tramonto, con quelle sfumature di colore rosso che si stemperano nel cielo e lo illuminano, ci scalda il cuore e ci conforta. Il blu del mare in una giornata estiva, quel luccichio che ci fa socchiudere gli occhi e ci fa annusare per sentire il profumo di salsedine e l’aria che ci accarezza il viso, ci procura sospiri di soddisfazione. Il riflesso del sole che rende più azzurro il mondo, il verde dell’erba “nuova” che nasce su un prato, i colori dei fiori e il loro profumo, l’altezza delle montagne che tendono al cielo, tutte queste cose ci rasserenano e ci consolano. Continua a leggere

Anima

by Spaziocorrente                                                                                             18 Maggio 2011

Ma dov’è la mia anima?

Nello spruzzo dell’onda che sbatte forte sulle pietre del molo o sulla prua della barca in tempesta?

Nelle impronte che affondano sul nevaio mentre salgo in cordata alla vetta?

In un fiore solitario che cresce tra le crepe di un muretto di una affollata stazione metropolitana? Continua a leggere