Radio OnAir

Cercasi personale

by Radio OnAir

Vi scrivo di corsa, non c’è un emergenza in questo momento, qui in Radio, ma capita spesso, soprattutto nei periodi di ferie!

Ops, scusate, non ho salutato!

Ben tornati su RadioOnAir, puntata mensile di The Best Magazine che scrive di radio!

Posso ammettere una cosa? Scrivere di radio è facile tanto quanto guardare un film alla radio, la radio si vive, la si ascolta!!

Digressioni a parte, eccoci nuovamente con il nostro appuntamento, dove piano, piano svelo segreti non così nascosti del piccolo mondo dell’etere.

Tema dominante di The Best Magazine di questo mese sono le EMERGENZE e credetemi, anche in radio a volte si passano periodi di emergenze.

Partiamo sempre dal ricordare che gli speaker professionisti in Italia non sono poi così tanti e non sempre è possibile farlo come unico lavoro, sempre descrivendo radio locali o regionali; capitano allora i periodi intensi e cadono spesso con le amate/odiate vacanze.

Durante i periodi classici di vacanze, prendiamo ad esempio Natale, Capodanno, Pasqua, Ferragosto, puo’ capitare che la radio si impegni in occasioni mondane e dirette fuori sede, coinvolgendo più speaker e tecnici, se poi ci aggiungiamo un collaboratore in vacanza, l’emergenza è in atto!

Essere disponibili a cambi turno all’ultimo minuto, a condurre trasmissioni diverse dalle “nostre solite” sicuramente è utile e di buon auspicio!

Ma… fatemi raccontare di un’emergenza vera, non dettata da festeggiamenti e vacanze.

L’inverno che abbiamo appena lasciato si è distinto per precipitazioni nevose, ma come sapete, le radio non si spengono mai e anzi, proprio in queste occasioni diventano utili mezzi di informazione.

Mi sveglio alle 08.00 e vedo l’orizzonte completamente bianco, il primo gesto è quello di accendere la radio (ci sarà qualcuno???)  e il telefonino. Colleghi rimasti bloccati per la strada, colleghi che non si sono sentiti di prendere la macchina e infondo io abito a soli 20 minuti dalla sede. Decido di partire nonostante le strade non lo permettano e dopo più di un’ora di viaggio riesco a raggiungere la radio.

Sono stata previdente, non succede spesso: un thermos pieno di the caldo, qualche pacchetto di crackers, frutta… e per fortuna, perché in tutta la giornata siamo arrivate solamente in due.

Due persone che si sono alternate nel condurre le trasmissioni, nel chiamare Vigili, Polizia, Protezione Civile dei tanti Comuni nel nostro raggio d’azione per dare poi informazioni su traffico, bollettini meteo, piuttosto che dritte sulle aperture/chiusure delle scuole.

Vi siete mai chiesti cosa succede ad un centralino di una radio quando ci sono periodi di disagio?? Prometto, un giorno lo racconterò!

Vi aspettavate davvero che la radio fosse solo musica e belle parole a caso?

Ps: la più grande soddisfazione? I fax di tanti Sindaci dei Comuni vicini che ci hanno ringraziati per il servizio!

a la prochaine fua (come si scriverà poi ..)

RadioOnAir

2 pensieri su “Radio OnAir

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...