L’opinione…

by Arthur

Natale…

Ho dei ricordi sereni del Natale, da piccolo ci si riuniva a casa dei miei nonni e la sera si giocava a carte, sette e mezzo, tombola, e per noi piccini era uno spasso. Ovviamente ad ogni vincita, quelle poche lirette guadagnate le mettevamo una sull’altra, ed era con orgoglio che le rimiravamo.

S’iniziava a giocare i primi di dicembre, una scusa per trovarsi tutti davanti ad una grande tavolata, con un bel panno verde, imbandita con frutta secca d’ogni genere.

La parte “riservata” agli uomini era una ciminiera, giocavano a briscola chiamata o a scopone scientifico, l’occhio socchiuso, la sigaretta pendente dalle labbra e, mannaggia, quante discussioni accanite, quante urla e ogni volta, noi piccoli lì a vedere cosa era successo.

Poi, la vigilia di Natale la cena in pompa magna, i tortellini in brodo, come voleva la tradizione importata dal nord (…), il capitone, la pasta a forno, gli arancini di riso, la carne al ragù (che non è quella trita… ), olive verdi schiacciate sott’olio, acciughe salate condite con olio, aceto e prezzemolo, conserve d’ogni tipo fatte in casa, dolcetti siciliani, insomma, tante cose buone, e l’atmosfera era di gioia, d’amore, e per noi piccoli l’occasione per ritrovarci e giocare.

Finita la cena, si sparecchiava velocemente, e seduti intorno al tavolo, il momento più bello della serata che noi piccoli aspettavamo con ansia, il gioco del Mercante in Fiera.

Mio nonno faceva il mercante, prendeva le sue belle carte comprate ad Alessandria d’Egitto, che conservava gelosamente in un cassetto chiuso a chiave e le distribuiva. Ognuno di noi ne comprava alcune, e una volta stabiliti i premi, lui incominciava la vendita al miglior offerente delle carte rimaste.

Ogni carta rappresentava qualcosa, degli animali, degli strumenti musicali, delle scene di caccia, delle belle donne, frutta, e per ognuna la descrizione era uno spasso: lui stava a capo tavola, con la sua bella giacca da camera e il suo inseparabile due mazzi (farfallino, cravatta a farfalla, annodata rigorosamente a mano…) e incominciava a raccontarla su, romanzando alle volte la storia o il personaggio raffigurato.

Era veramente spassoso, un’occasione per noi piccoli di sognare un po’.

Bei momenti che non dimenticherò mai!

Evvabè… anche quest’anno Natale in famiglia, con la mia mammona ormai vecchietta, che è felice di averci tutti intorno a lei.

Ma vuole essere anche l’occasione per fare una riflessione, senza per questo cercare di essere a tutti i costi più buoni, così giusto perché è Natale. Pensare a quelle persone che la sventura ha tolto loro qualcosa d’importante, bambini, ragazzi, giovani, persone che malgrado tutto, accettano con forza e dignità ciò che il destino ha loro riservato, senza piangersi addosso, un esempio, alle volte, per ognuno di noi, perché la domanda che viene spontanea è sempre la stessa: come fanno, malgrado tutto, a sorridere alla vita?

E la risposta forse è una sola. Perché l’amano.

E visto che ci sono, il 24 è la vigilia di Natale, e sarebbe stato anche il compleanno di Simona… (…)

Un bacio virtuale (purtroppo) a lei e un abbraccio a tutti voi.

Buon Natale cari amici!

Advertisements

7 pensieri su “L’opinione…

  1. Ma anche da te “il Lattante” perde!?!?!? 😉
    E’ veramente bello vedere come le tradizioni, alla fine, si assomiglino e ci facciano assomigliare, al di là della posizione geografica e anagrafica!

  2. Io non ricordo Natali così speciali, c’era tanta stanchezza e si faticava a tirare tardi, festa o non festa. Però, se in tv c’era ” Tutti insieme appassionatamente”, si faceva mezzanotte e oltre senza alcuno sforzo…durante la pubbllicità s’allungava la mano verso le arachidi tostate, le noci e le buonissime noccioline 🙂
    Mi associo anch’io al pensiero verso chi in questo Natale sta male, o è in difficoltà. Natale è la nascita della Speranza, che spero non manchi mani in nessuno di noi…
    Buon Natale a tutti 🙂

  3. Pingback: Buon Natale e Buon fine Anno 2016. – arthur…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...