Editoriale 1/11

Camminavo sulla sabbia.

Bassa marea.
E giù, oltre, la curva,

scrissi un verso sulla sabbia.
E in quel verso scrissi

quel che la mia mente pensava
e ciò che la mia anima desiderava.
E quando la marea fu alta,
ritornai, ancora, su quel lido,
e di ciò che avevo scritto nulla trovai.
trovai solo i segni del bastone

di uno che aveva lì camminato da cieco.

K. Gibran

Il mio rapporto con il mare è intenso a tal punto che non disdegnerei di poter  trascorrere cullata dalle onde una buona parte del resto della mia vita. Un guscio di noce, una tela e qualche buon libro…e chiaramente l’illusione di aver lasciato dietro di me tutti i problemi terreni. Nei momenti di difficoltà mi sono comunque sempre rifugiata nel mare, forse perché il suo movimento, il suo essere in ogni attimo diverso da prima e uguale a dopo, mi tranquillizza. La sua potenza e la sua forza mi rassicurano; il suo profumo, il suo profondo respiro, mi hanno fatto innamorare.

Sulla Terra l’acqua copre il 70,8% della superficie del pianeta e ad essa è riconducibile la stessa origine della vita. Predisporre un intero numero di The Best dedicato al mare è stato quindi un gioco da ragazzi un po’ per tutti, tranne forse per Aracne, che si è lamentata pubblicamente (suvvia avevo solo chiesto una ricettina con il pesce!).

E’ inutile che vi racconti che fra queste pagine troverete fotografie stupende (The Best si sta mutando in una rivista fotografica!) e ogni genere di articolo: dalla poesia  carica di speranza ed emozioni,  ai ricordi d’infanzia abbracciati alla sabbia; pedalate invernali sul lungo mare del Poetto e non poteva certo mancare il racconto di un primo  bacio sulla spiaggia sotto le stelle. Davvero gioco facile hanno avuto la nostra coppia di ecologisti: il nostro amato mare è spesso talmente mal trattato che seguendo i loro consigli potremmo iniziare ad aiutarlo.

Da mettere in risalto il ritorno dopo due mesi di assenza del “figliol prodigo Luciano” con un racconto dal finale un po’ acerbo (insisto: quel tizio salato  mi sta sull’anima in un modo!) e la nuova arrivata: Marta, con il suo sogno di giornalista,  che accolgo nella mia redazione con estremo gradimento.

Da parte mia ho avuto il piacere di lavorare con dei ragazzi incredibilmente dinamici ed energici: i giovani di “SapienzaVela”: intervistarli è stata davvero una scoperta più che interessante, leggerete.

Vi lascio come sempre al vostro divertimento, quale che sia: sfogliare le pagine raggianti su Issuu o godervi gli articoli uno alla volta con la possibilità del commento sul blog.

Vi abbraccio tutti ad uno ad uno.

Solindue

 

 

Annunci

7 pensieri su “Editoriale 1/11

  1. Dovrei studiare… così ho detto poco fa… ma la curiosità è tanta e troppa e pian piano sto divorando le pagine del nuovo freschissimo TBM… ragion per cui.. lo studio oggi può attendere!! 😄

  2. Mia cara Sol,
    questa volta me lo sono letto tutto, ho finalmente scoperto come arrivare qui (con ‘issuu’ non riesco a visualizzare bene The Best), lo so, sono duretta e poco tecnologica, come dicono i miei figli.
    Questo è un numero straordinario, pieno di curiosità, umorismo, sentimento: c’è tutto, insomma. Non so quanto The Best sia letto, meriterebbe una vastissima divulgazione.
    Grazie a te e ad Arthur per l’enorme lavoro che fate. Non mollate.
    Aracne

  3. Piano piano, perché il tempo è tiranno e perché mi interessano anche i commenti, per i quali è necessario fare avanti e indietro tra le pagine, sto leggendo articolo dopo articolo.
    Tanto c’è un mese di tempo e nessuno mi corre dietro.
    L’indice è davvero gustoso, gli articoli che ho già letto mi piacciono e non vedo l’ora di mettere gli occhi su quelli che troverò più avanti.
    Evviva!

  4. Questo è un numero che sento in modo particolare. Vivo in una città di mare. Vedo tutti i giorni il mare dalla mia finestra e ne percepisco gli umori. Vedo il porto, le navi e la spiaggia e, anche per me è difficile ipotizzare una vita lontano dal regno di Poseidone. Un salutone, Fabio

  5. Salve ragazzi,
    Vi ringrazio per i complimenti. Blandina si chiedeva in quanti ci leggono…dalla pubblicazione di ieri a questo momento abbiamo avuto 460 visite qui sul blog! Quindi in neanche due giornate un magnifico risultato.
    Potete essere fieri di voi, siamo una buona squadra davvero molto affiatata.
    Sarò fuori Italia per qualche giorno, ma Arthur ha in mano la situazione se volete aggiornamenti sui “grafici” chiedete pure a lui.
    Quando torno festeggiamo ben benino….bacioni.
    She_boss 🙂

  6. Da quel che ho letto sinora, ricavo un’impressione come dire?, di tipo “meditativo”.
    Mi pare insomma che quasi tutti i colleghi (posso usare il termine amici?) abbiano scelto un profilo non solo alto, peraltro come sempre, ma anche di riflessione su sè stessi e su quella meravigliosa stagione.
    Summer on a solitary beach, ora mi viene in mente quella grande canzone… chissà perchè.
    Adesso devo preparare delle lezioni per lunedì e correggere dei compiti, perciò avrei bisogno di tempo per eleborare ulteriormente il mio pensiero (vabbè, chiamiamolo così)… comunque ci risentiamo.
    Però penso da molto che sarebbe bello tenerci più in contatto, sia relativamente agli articoli della rivista, sia tra noi sui rispettivi blog.
    Grazie d’esistere e di… scrivere!
    Riccardo

    P.s.: buona trasferta a Sol’!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...