4-5 gocce, 2-4 volte al giorno

by Antonella

Mi piace molto viaggiare, sono una persona curiosa, le culture diverse da quella a cui appartengo mi affascinano molto e quando posso, mi reco in agenzia per prenotare viaggi che possano regalarmi soprattutto arte, archeologia, gastronomia locale, natura e musica.
Molti viaggiatori come me, si spingono nelle località anche meno note rispetto alle solite segnalate sulle guide, magari noleggiando un’auto, pur di conoscere luoghi, tradizioni, usanze e persone delle quali il nostro spirito,  dall’ insaziabile quanto irrazionale appetito, si nutre.
Questa ” fame” spinge alcuni di noi anche a volgere involontariamente lo sguardo verso luoghi o nazioni non raccomandati dai Ministeri degli Esteri, ad esempio, a causa dell’instablita’ politica, sociale ed economica delle zone in
questione.
Personalmente non amo espormi a pericoli di vario genere ma, forse ingenuamente, penso che affidandomi ad un buon tour operator, si possa viaggiare in sicurezza.
Mi reco in agenzia, voglio andare in Medio Oriente. Naturalmente le mie amiche declinano gentilmente il mio invito. Le comprendo. Mi chiedo se ci siano le condizioni per poter viaggiare da sola in sicurezza. Scelgo un viaggio organizzato, mi lascio consigliare sul tour operator ( uno dei più qualificati, mi dicono ). Il pacchetto mi appare , a prima vista,  completo,  le destinazioni sono storicamente e culturalmente interessanti, in alcuni casi addirittura uniche al mondo, sistemazione in hotel a 4 stelle . Sembra tutto a posto, devo solo prenotare e pagare. Mi informo sugli ultimi dettagli del
viaggio, in particolare chiedo un volo diretto e chiedo di conoscere il nome della compagnia aerea. Il titolare dell’agenzia contatta il tour operator e riaggancia dopo circa 30 secondi di conversazione : ” Non c’è volo diretto ma deve fare scalo in un’altra nazione. “

” Non parlo arabo” rispondo io.
” Si, ma e’ facile, deve guardare il monitor, controllare il numero del volo, il gate di imbarco e fare la fila per entrare nell’altro aereo”.
“La ringrazio per le informazioni, so cosa si fa durante lo scalo, l’ho già fatto in passato. Ho paura che si possa presentare qualsiasi situazione anche banale ( smarrimento o furto dei documenti ) che mi possa complicare l’esistenza: non parlo arabo e non so leggere i caratteri di questa lingua.

Sono una donna che viaggia , non accompagnata, verso paesi arabi. Dato che nella localita’ dello scalo non ci sara’ una vostra guida, possiamo assicurarci almeno che ci sia la possibilità di viaggiare con un volo diretto?”
Il tipo richiama il tour operator, questa volta risponde un’altra persona.
Dopo un minuto di conversazione riaggancia : ” si viaggia solo con volo diretto, prima ha risposto una stagista alle prime armi. La compagnia puo’ essere italiana o nazionale del paese di destinazione. Partenza da Roma o Milano . Il viaggio e’ garantito con un minimo di 10 partecipanti”.
Rimango sinceramente un po’ perplessa, mi chiedo perché un tour operator qualificato debba mettere una stagista alle prime armi ad organizzare viaggi in Medio Oriente e , soprattutto, come mai non abbia fatto domande sulle caratteristiche del viaggiatore.
” Bene, prenotiamo ?”
” Si, ok, prenotiamo, ma vorrei che il tour operator confermasse prima della prenotazione alcuni dettagli per me essenziali ” ( e giu’ con la lagna: sono sola, non parlo arabo, mi affido ad un tour operator qualificato, alla sua capacita’ di organizzazione, alla sua professionalità, per questi motivi, ecc… ecc….).
” C’è bisogno di un acconto del 50 % “.
” Prego ? ”
” C’e’ bisogno di un acconto del 50 % “.
“Per avere informazioni prima della prenotazione ?”
” Si ”
” E se poi leggo le informazioni, non mi piacciono e decido di non prenotare ?”
“Verra’ rimborsata ”
Quando, in che modo, in quanto tempo, non è dato sapere.
Non sono mai stata brava in matematica, ma nella mia testa comincia a formarsi una strana equazione :  paesi politicamente instabili + donna sola che non parla arabo –  tour operator con stagista – 50 % acconto + 50% saldo  =  X .
Dove X sta per : che fine farà la mia vita ? Dove sto andando ? Come ci sto andando ? Ritornerò? Ma soprattutto arriverò a destinazione e in quali condizioni ?
I saggi dicono che Il Viaggio della Vita è quello che ci porta dentro noi stessi, a scoprire il senso dell’esistenza umana. Ecco, mi sembra proprio un viaggio dal tipico retrogusto esistenziale. Ma io volevo solo conoscere un’altra civiltà, la cultura, i luoghi, i musei, al massimo volevo scattare qualche foto…..Sono sempre piu’ perplessa.
Il tipo dell’agenzia deve aver notato un po’ di punti interrogativi che fluttuavano fra le onde fotografate sulle copertine dei suoi cataloghi.
Si spinge coraggiosamente a dirmi : ” ok, posso anticipare io il 50 % “.
” Questo vuol dire che il tour operator mi concedera’ la grazia di darmi le informazioni che voglio e che non sono esplicitamente riportate sul catalogo ? ”
” No, pero’ avremo una mail ”
” Ah, allora la situazione cambia, soprattutto se la scrive la stagista”.
Comincio ad irritarmi. La faciloneria non la sopporto, chi tenta di sfilarmi i soldi nemmeno. Il viaggio mi costera’ varie rinunce, due mesi di lavoro e non mi piace essere trattata come un oggetto.
Possibile che sia cosi’ difficile da capire che un viaggiatore che si muove anche verso una delle mete presenti nella lista delle destinazioni piu’ pericolose al mondo , non deve stare a preoccuparsi  di schivare i colpi della faciloneria con cui lavorano alcuni soggetti ? Qual’è, allora, il valore aggiunto del tour operator, mi chiedo  ?
” Si fermi un attimo, per favore, non continui a scrivere la mail. Non parto”.
Il tipo mi guarda sorpreso, sembra non capire. Mi ripete che non ci sono problemi, che mi creo delle ansie inutili, che questo tipo di viaggio è stato già sperimentato positivamente.
Sara’ pure così, ma questo vestito non mi calza bene. E lui continua a non capire che al centro del viaggio, soprattutto verso determinate destinazioni, ci deve essere il viaggiatore con le sue caratteristiche ed anche le sue ansie, soprattutto se ti paga in anticipo con il controvalore di due mesi di lavoro.
Fine della storia : partenza rimandata a data da stabilirsi, sicuramente con altro tour operator.
Per il senso d’irritazione profonda mi reco in farmacia:  il medico mi consiglia delle gocce auricolari: 4-5 , da prendere 2-4 volte al giorno e mi raccomanda di non superare le dosi consigliate, dice che il periodo di trattamento è variabile in relazione alla rapidita’ della risposta terapeutica.

Oggi va meglio, ma di tanto in tanto fa capolino un leggero ronzio nell’orecchio.

7 pensieri su “4-5 gocce, 2-4 volte al giorno

  1. Come passeggeri abbiamo oggi un regime di tutele assai ampio, al punto che molte delle informazioni e dei servizi che tu chiedevi timidamente e per cortesia e che l’agente di viaggi, secondo quello che racconti, ti prospettava come gentili concessioni sono invece tuoi diritti, stabiliti dall’ordinamento giuridico.
    Informati un po’ su di questi e poi rivolgiti a un’agenzia che ti ispiri fiducia. Tanto hai già provato a te stessa che sai stabilire quando procedere e quando mollare.
    Buona prossima vacanza.

  2. Ci son passata anch’io con Creta che non è una meta complicata come il Medio Oriente,sola,senza conoscere la lingua e mi son trovata in una spa per coppie in luna di miele da single e senza animazione adulti promessa nel pacchetto..a guardare il mare, il muro e dintorni..

  3. @ Luciano : e’ proprio quello che tu dici ad irritarmi !!!
    @Semprevento : in due e’ meglio, ma ti giuro che anche le mie solite compagne con le quali ho fatto viaggi bellissimi hanno declinato. La meta purtroppo spaventa . Non le voglio forzare, che senso avrebbe un viaggio con la paura ? E’ proprio questo il punto: alcune realta’ sono diventate estremamente instabili ed estremamente violente . Queste limitazioni tipiche di questo secolo ci limitano troppo …..
    @ Arthur : ma in farmaia , naturale no ? !!!

    • Inutile dirti che ho delle conoscenze allora!!!🙂
      per l’Egitto… pensaci..magari il prossimo anno…
      l’inverno è lungo….un si sa mai!!!🙂

      non te l’ho detto? bell’articolo!!!!
      (Si lo so….non aggiunga altro caro direttore!)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...