Aracne si confessa

by Aracne

Che bello, mi sono detta quando ho avuto la ‘chiamata’ di Sol, chi c’è più arrabbiata di me?
Però più ci pensavo e meno arrabbiata mi pareva di essere, ovvero che semplicemente non valesse la pena parlarne.
Cerco di vivere serenamente, nel senso che o risolvo i problemi che mi assillano, o cerco di accettarli oppure allontano da me quello che mi rende infelice. Non posso vivere nella rabbia perenne, nell’odio, nel risentimento o nel rimpianto.
Veramente c’è chi mi dice: ‘Ma sei sempre arrabbiata’. Sono quei personaggi che sanno quali bottoni premere, che forse si divertono a vedermi perdere le staffe, mi provocano e mi stuzzicano. E quando mi inalbero mi ripetono ancora una volta: ‘Ma sei sempre arrabbiata’ e allora sì che vedo rosso. E la sapete una cosa? Ci casco sempre.

Sono poi convinta che i guai personali interessino poco agli altri: ognuno di guai ha i propri e a parte qualche cara persona che davvero vi ha a cuore e soffre con voi, in genere mentre parlate chi vi dovrebbe ascoltare, e confortare, finisce col pensare ad altro. Su, siate sinceri, succede anche a voi di distrarvi mentre altri parlano di sé.

Ci sono poi i ‘guai di tutti’ e quello che davvero mi manda in bestia è il sentir parlare a vanvera, ascoltare un’opinione anche se chi parla non ha conoscenza dell’argomento.
Come per esempio la previsione dei terremoti (uso un esempio neutro ma calzante). Allora qui tutti sanno tutto: discussioni, interventi, dibattiti, chi più ne ha più ne metta. Ne parlano il giornalaio, il barista, il tassista. Ma ne parla anche l’avvocato, col medico, e poco importa se il geologo ha detto alla televisione che: ‘No, i terremoti non si possono prevedere’: i tuttologi, loro, lo sanno invece che non è così. Incolpano tizio, caio e sempronio di tenere nascoste la verità, magari insinuando che ‘loro sapevano’.

Io sono geologa, i terremoti e cosa li causa li ho studiati bene,  e con tristezza mi rendo conto che talvolta l’ignoranza è un punto di vista. Questo sì che mi fa arrabbiare.
Dovremmo umilmente ricordarci, tutti, di non andare oltre i calzari…


Ma divago. Sol mi ha detto di scrivere una ricetta che non amo fare.
E allora, eccovi la scioccante verità: odio cucinare.
Dopo anni di tonnellate di cibo preparate per la mia famiglia (4 figli ed un marito mangione) più gli amici dei figli, talvolta i nostri ma poco perché io la tavolata l’avevo tutti i giorni, ebbene sì, odio cucinare.
Per cui andate al supermercato, compratevi una bella zuppa, scaldatela e mangiatela davanti alla televisone. E’ concesso trasferirla dal tegame al piatto.

Buon appetito!

4 pensieri su “Aracne si confessa

  1. 🙂 grandeeeeeeeee!!!!!
    ..si fa così!!!
    Al supermencato ci sono tante cosine sfiziose!!!!
    E che diamine!!!
    Guarda…ti stimo a priori!!!
    fa e dì ciò che vuoi….a me vai benissimo così..sarà che io
    i bottoni non li schiaccio mai…se non li conosco bene!

    Buon lavoro!
    vento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...