The Best number seven

Cop1-TheBest_#7-miniatura

Scaricare la rivista in pdf        Sfogliare la rivista

L’opinione…

by Arthur

Natale…

Ho dei ricordi sereni del Natale, da piccolo ci si riuniva a casa dei miei nonni e la sera si giocava a carte, sette e mezzo, tombola, e per noi piccini era uno spasso. Ovviamente ad ogni vincita, quelle poche lirette guadagnate le mettevamo una sull’altra, ed era con orgoglio che le rimiravamo.

S’iniziava a giocare i primi di dicembre, una scusa per trovarsi tutti davanti ad una grande tavolata, con un bel panno verde, imbandita con frutta secca d’ogni genere.

La parte “riservata” agli uomini era una ciminiera, giocavano a briscola chiamata o a scopone scientifico, l’occhio socchiuso, la sigaretta pendente dalle labbra e, mannaggia, quante discussioni accanite, quante urla e ogni volta, noi piccoli lì a vedere cosa era successo.

Poi, la vigilia di Natale la cena in pompa magna, i tortellini in brodo, come voleva la tradizione importata dal nord (…), il capitone, la pasta a forno, gli arancini di riso, la carne al ragù (che non è quella trita… ), olive verdi schiacciate sott’olio, acciughe salate condite con olio, aceto e prezzemolo, conserve d’ogni tipo fatte in casa, dolcetti siciliani, insomma, tante cose buone, e l’atmosfera era di gioia, d’amore, e per noi piccoli l’occasione per ritrovarci e giocare.

Finita la cena, si sparecchiava velocemente, e seduti intorno al tavolo, il momento più bello della serata che noi piccoli aspettavamo con ansia, il gioco del Mercante in Fiera.

Mio nonno faceva il mercante, prendeva le sue belle carte comprate ad Alessandria d’Egitto, che conservava gelosamente in un cassetto chiuso a chiave e le distribuiva. Ognuno di noi ne comprava alcune, e una volta stabiliti i premi, lui incominciava la vendita al miglior offerente delle carte rimaste.

Ogni carta rappresentava qualcosa, degli animali, degli strumenti musicali, delle scene di caccia, delle belle donne, frutta, e per ognuna la descrizione era uno spasso: lui stava a capo tavola, con la sua bella giacca da camera e il suo inseparabile due mazzi (farfallino, cravatta a farfalla, annodata rigorosamente a mano…) e incominciava a raccontarla su, romanzando alle volte la storia o il personaggio raffigurato.

Era veramente spassoso, un’occasione per noi piccoli di sognare un po’.

Bei momenti che non dimenticherò mai!

Evvabè… anche quest’anno Natale in famiglia, con la mia mammona ormai vecchietta, che è felice di averci tutti intorno a lei.

Ma vuole essere anche l’occasione per fare una riflessione, senza per questo cercare di essere a tutti i costi più buoni, così giusto perché è Natale. Pensare a quelle persone che la sventura ha tolto loro qualcosa d’importante, bambini, ragazzi, giovani, persone che malgrado tutto, accettano con forza e dignità ciò che il destino ha loro riservato, senza piangersi addosso, un esempio, alle volte, per ognuno di noi, perché la domanda che viene spontanea è sempre la stessa: come fanno, malgrado tutto, a sorridere alla vita?

E la risposta forse è una sola. Perché l’amano.

E visto che ci sono, il 24 è la vigilia di Natale, e sarebbe stato anche il compleanno di Simona… (…)

Un bacio virtuale (purtroppo) a lei e un abbraccio a tutti voi.

Buon Natale cari amici!

Blog Creativo

Biglietti di Natale

By Pensierieperline

Aria di festa, aria frizzantina e dolce di neve, freddo che ci congela la punta del naso e cioccolata calda che ci riscalda presa in compagnia di qualche amica, profumo di resina, di cannella e di zucchero a velo e molto altro ancora!! Ci avviciniamo a Natale… pronti o no a lasciare a breve un altro anno per iniziarne uno pieno di buoni propositi concludendo il riposo festivo immersi da tanti dolci portati da una simpatica vecchina.

Per questo numero natalizio di The Best Magazine, ho pensato di proporvi un’idea alternativa per realizzare dei semplici biglietti di auguri handmade; qualcosa che andrà a rendere più speciale il vostro regalo. Continua a leggere

La Rubri_ECO

Per Natale un regalo TOTALE!

by Jaulleixe

Ancora una volta Natale. Prima di iniziare, però, urge una premessa. Non siamo esattamente i tipi da Merry Christmas: la ricorrenza non ci coinvolge dal punto di vista religioso e la sua esasperazione consumistica ci lascia perplessi. Tuttavia l’abitudine a fare e ricevere regali è così consolidata che a dire “NO” a volte si creano più problemi di quanti se ne vorrebbero evitare. Così abbiamo reinterpretato questo appuntamento annuale come occasione per condividere con le persone che ci stanno più a cuore qualcosa che riteniamo davvero utile e importante. Veniamo dunque al vero oggetto di questo articolo: il regalo. Continua a leggere

Carpe Diem

by Grimilde

Il Perozzi, nel magnifico film del recentemente scomparso Mario Monicelli,  Amici Miei, osserva divertito una delle trovate dell’amico Necchi, dandone una perfetta definizione:

Che cos’è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità di esecuzione.”

Questa citazione mi sembra adatta per molti fotografi, che hanno fatto dell’attimo fuggente la loro filosofia. È perfetta, se pensate alle quattro caratteristiche elencate. Continua a leggere

Il Natale di nessuno

05 Novembre 2010

by Spaziocorrente

Il Natale che vorrei è un po’ diverso da quello che ogni anno scorre tra vetrine, case brulicanti di regali e luci colorate. E’ il Natale di Nessuno, di chi non ha alberi da addobbare e nemmeno scatole colorate da aprire, o di chi pur avendo queste cose, non è sereno e sente forte la mancanza di qualcosa. Non è nemmeno quello dei buoni propositi che iniziano con un piccolo digiuno e finiscono con la pancia piena di pietanze, mentre la mente si addormenta ai richiami dei rimorsi e dei doveri. Continua a leggere

Natale a Palermo

By Valentina

Non preoccupatevi, non sto parlando dell’ultimo cinepanettone dei fratelli Vanzina!

Voglio parlarvi piuttosto di ciò che di buono mangiamo qui a Palermo durante le feste di Natale, perché noi non ci smentiamo mai: approfittiamo di ogni minima festività per abbandonarci ai piaceri della gola. Dunque passiamo in rassegna alcuni dei dolci più famosi e più comuni che possiamo trovare sulle tavole di questa città. Continua a leggere

Natale in trincea

by Fabio Melis

Quando il Natale si avvicina mi torna alla mente una storia che ho appreso in montagna diversi anni fa’.

Mi trovavo nei pressi dell’antico borgo di Pejo, nel Trentino. Tornavo da una lunga escursione nei boschi e, stanco per il gran camminare, mi fermai in un pianoro. Magnifica era la vista sulla vallata e in lontananza sentivo le campane della chiesa. Continua a leggere

e se fosse veramente Natale?

by Folletta bacibaci

L’aria è già foriera di feste, in mezzo al traffico si insinua il vento che infila le sue gelide dita sotto le maniche dei giacconi e tra le pieghe degli sciarponi, le luminarie appariranno come d’incanto a guarnire la città di nuove luci, e gli occhi dei bambini saranno nuovamente stupiti di tanti colori, e le manine dei bambini saranno attaccate alle vetrine a scegliere un nuovo gioco che un Babbo Natale compiacente gli farà trovare sotto un altro albero nuovo pieno di luci, sarà un altro premio per  aver fatto capricci e battuto a terra piedini insistenti e aver urlato mille volte NO ad una richiesta di un genitore. Continua a leggere

Rock’n Roll Christmastime Celebration

by Riccardo Uccheddu

 

Apprezzo il Natale; il carnevale non mi dice granché ma la Nadividad parla alle mie orecchie con voce di sirena (sincera).

Ormai sembra che sia una moda o comunque chic parlare male di mr. Christmas; be’, io mi dissocio! Continua a leggere

Gli orecchini …

…di feltro

by Pensieri&perline

Inverno freddo e pungente… cosa c’è di meglio oltre a una calda tazza di cioccolata? Ma un morbido caldo abbraccio!!! Ispirandomi a questo ho pensato di presentarvi una velocissima creazione fatta con del caldo, morbido e leggero FELTRO. Continua a leggere