The Best number five/eleven

Copertina-TheBest_#5-11_min

La rivista da sfogliare    La rivista in Pdf da scaricare

Annunci

The Best number three

Copertina_TheBest#3

Sfoglia la rivista   –   Scarica la rivista in pdf

Editoriale … il ventaglio

by Solindue 

© arthur

          La pubblicità è una forma di comunicazione utilizzata per influenzare le scelte degli individui in relazione al consumo e dunque all’acquisto di beni (o all’utilizzo di servizi). Il primo annuncio pubblicitario si fa risalire al 1630 e apparve su un giornale dell’epoca: si trattava di una semplice inserzione che richiamava il nome del prodotto. Ma è nella prima metà dell’ottocento, di pari passo con lo sviluppo della rivoluzione industriale e del consumismo che iniziò ad imporsi il modello pubblicitario come lo intendiamo noi.

          Il ventaglio fu introdotto in Francia da Caterina De’ Medici a metà del ‘500 e si trasformò in uno strumento di comunicazione proprio attorno al 1800, grazie ad alcuni fabbricanti di ventagli che, appunto a scopo pubblicitario, codificarono un vero e proprio linguaggio, costituito dai principali gesti (sventolarlo, muoverlo, lanciarlo) al fine di aumentarne le vendite.  Continua a leggere

Il blog del mese… Morena Fanti

“Non ho mai amato scrivere.”         

by Arthur

E’ accolto con questa premessa chi, leggendo la pagina dell’about (io), va a visitare il blog di Morena Fanti, dove lei si descrive o forse è meglio dire, dove lei descrive ciò che non avrebbe voluto essere e che poi è diventata. Continua a leggere

In sala con… BabEle

Happy Family:

Gabriele Salvatores colpisce ancora

by BabEle

E’ stato quando si sono abbassate le luci che ho capito che il pop corn XL non sarebbe mai bastato per i trailer iniziali. E’ un buon inizio. Una calda aspettativa crea in me un senso di vuoto allo stomaco che va riempito in fretta e con foga. Ecco i titoli di apertura. La musica allegra promette un film frizzante ed ironico. Continua a leggere

A spasso per Roma…

i libri si leggono anche così

by Folletta

Notte alta, notte di pioggia sottile, notte in cui il sonno tarda a venire. Mi sento un animale ferito, meglio uscire dalla gabbia ed inoltrarmi per le strade della mia città, forse due passi mi ridaranno la dimensione del mio io. Passo davanti alla camera da letto di mia figlia, dorme di un sonno profondo, una carezza sul viso, mugugna appena e si gira dall’altra parte.

Non prendo l’ombrello, non serve, l’asfalto lucido incontra i miei passi, uno dietro l’altro, solo la voglia di respirare lontano dalla mia mente, tiro su il cappuccio, ma il viso resta sempre bagnato, una pioggia violenta che mi viene da dentro e non riesco a fermare. Continua a leggere

La posta del cielo

By Luce Monica

Non avrei mai pensato di scrivere alle stelle, né tanto meno ad un giornale, ma seguo i tuoi scritti sul tuo blog da tanto tempo e ti considero una donna sensibile e concreta allo stesso tempo. Quindi mi son detta perchè non chiedere a lei un consiglio? Continua a leggere